{country_name} ↓ TRANS_MENU
Scegli la tua posizione:
La mia coperturaLa mia coperturaLa mia copertura

Cosa sta succedendo adesso?

Accedere Accedi con Facebook
Nome utente o parola d'ordine errata!

Web Car a Montecitorio per seguire le elezioni del Presidente della Repubblica

La Web Car della Stampa si trova da questa mattina davanti a Montecitorio per seguire in diretta le elezioni del Presidente della Repubblica. Collegamenti, ospiti, analisi, fino alla nomina del nuovo Presidente. La prima votazione è prevista per le 15.00, ma già dalle 12.30 sarà possibile seguire gli interventi dei giornalisti della Stampa che si occuperanno di coprire l’evento.

La Web Car della Stampa si trova da questa mattina davanti a Montecitorio per seguire in diretta le elezioni del Presidente della Repubblica. La prima votazione è prevista per le 15.00, ma già dalle 12.30 sarà possibile seguire gli interventi dei giornalisti della Stampa che si occuperanno di coprire l’evento. Collegamenti, ospiti, analisi, fino alla nomina del nuovo Presidente.  

La Stampa
Oggi
17 Punti
1

Costretto a rinunciare a un incontro al Nazareno, è tornato a Montecitorio solo grazie alla scorta degli agenti di polizia

Una manifestazione dei militanti del Movimento 5 Stelle era attesa, ma quello che non ci si aspettava è che impedissero al deputato Walter Rizzetto di entrare e incontrare Matteo Renzi.Apostrofato come "venduto" e "traditore", è stato costretto a rinunciare e tornare sui suoi passi.
Sotto la sede del Nazareno, per aspettare i "traditori". Una manifestazione dei militanti del Movimento 5 Stelle era attesa, ma quello che non ci si aspettava è che impedissero al deputato Walter Rizzetto di entrare e incontrare Matteo Renzi.Apostrofato come "venduto" e "traditore", è stato costretto a rinunciare e tornare sui suoi passi. E la manifestazione non è finita lì. I militanti hanno continuato a insultarlo lungo tutto il percorso da largo Chigi alla Camera dei deputati, dove è arrivato scortato da un piccolo drappello di agenti di polizia.Altri ex Cinque Stelle sono riusciti, a differenza di Rizzetto, a entrare al Nazareno, mentre il collega scappava verso Montecitorio. Via twitter è arrivata la risposta del presidente del Partito Democratico, Matteo Orfini, che ha definito i contestatori degli "squadristi a 5 Stelle", condannando quanto avvenuto.Walter Rizzetto, contestato da alcuni militanti del M5S al suo arrivo alla sede del PD
Il Giornale
27/01
7 Punti
1

Napolitano si dimette, in Parlamento si preparano i cecchini

mercoledì 14 gennaio 2015 - 08:18VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI. Speriamo che non pronuncino ironie così - come questa di Groucho Marx al fratello Harpo in "Un giorno alle corse" - i medici di Montecitorio quando vedranno arrivare i primi impallinati durante le votazioni per la corsa al Colle. chi dice che in realtà non superò mai il trauma da mancata elezione al Colle.

«Sono dottore da più di quanto tu non sia paziente». Speriamo che non pronuncino ironie così - come questa di Groucho Marx al fratello Harpo in "Un giorno alle corse" - i medici di Montecitorio quando vedranno arrivare i primi impallinati durante le votazioni per la corsa al Colle. Perché il dolore dei caduti sul campo, i quirinabili trafitti dai franchi tiratori e bisognosi di cure immediate, massaggi cardiaci e carezze spirituali, sarà lancinante e terribile.

Un tipo tosto come Amintore Fanfani, per esempio, impiegò lunghi mesi per riprendersi dallo choc dell'impallinamento e c'? chi dice che in realtà non superò mai il trauma da mancata elezione al Colle. Di fatto, conoscendo la profondità di questo tipo di dolore - la cui unica medicina preventiva è quella di non credere alla propria quirinabilità, ma nessuno dei candidati o auto candidati ha l'umiltà di seguire questa profilassi - è stato rafforzato il presidio medico a Montecitorio in vista della grande battaglia.

Che sarà anche o soprattutto quella tra medici e cecchini. I primi hanno già tre le mani dosi massicce di antidepressivi e di calmanti per gli infermi che dovranno soccorrere e rianimare. I secondi, che furono 101 nella scorsa votazione per il Colle e adesso sarebbero lievitati almeno a 200 stando ai calcoli della vigilia, si sentono tutti quanti - e già si guardano allo specchio assumendo pose guerriere da star - come l'"American Sniper": il mitico tiratore scelto nella guerra dell'Iraq a cui Clint Eastwood ha appena dedicato il suo ultimo capolavoro. Il grilletto spara, la supposta forse ripara. E ci sarà da divertirsi. mercoledì 14 gennaio 2015 - 08:18VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?

Il Mattino
14/01
2 Punti
Annuncio
Annuncio
Annuncio