{country_name} ↓ TRANS_MENU
Scegli la tua posizione:
La mia coperturaLa mia coperturaLa mia copertura

Cosa sta succedendo adesso?

Accedere Accedi con Facebook
Nome utente o parola d'ordine errata!

Botte tra preti, la versione di don Giordano: “Picchiato perché non volevo lasciare l’alloggio”

«Picchiato per indurmi a lasciare l’alloggio in seminario e affittarlo per fare soldi». Dopo la denuncia e la contro-denuncia, don Giordano De Luigi torna sulla scazzottata con don Ettore Barbieri e scaglia pesanti accuse contro il direttore del seminario.  IL CASO - Botte fra sacerdoti in seminario ad Albenga  «Non c’è stata nessuna colluttazione, nessun scazzottamento . Quindi, se volete affittare agli altri, ad esterni, perché non posso affittare pure io, come già accade.
La Stampa
03/05
34 Punti

Sequestrata in uno scantinato per dieci giorni viene picchiata e umiliata dal suo aguzzino

I carabinieri capiscono che può trattarsi dell’albanese scomparsa e inviano subito le pattuglie. Cerca di piegarla riempiendola di botte e minacciandola: «Se vuoi vivere devi fare ciò che voglio io, devi fare la prostituta» racconterà poi la ragazza ai carabinieri.  L’albanese, però, non si piega e non appena ne ha l’occasione, riesce a dare l’allarme. Non appena entra, però, le apre le valigie, le sequestra passaporto, cellulare e soldi e la rinchiude in uno scantinato.
La Stampa
03/05
4 Punti

Trasportava slot machine, ucciso durante una rapina

La vittima è Andrea Foglia 37 anni di Novi Ligure, dipendente dell’impresa «Ferrari Srl», con sede nella provincia di Alessandria, operante nel settore del noleggio delle slot.  I carabinieri di Trino hanno arrestato Giuseppe Sorrentino, 59 anni originario di Acerra ma residente a Stroppiana con l’accusa di omicidio, sequestro di persona e rapina. Il corpo di Foglia è stato trovato a Gabiano: a ucciderlo dei colpi al capo inferti con un oggetto contundente, forse un bastone.
La Stampa
03/05
3 Punti

Furti nei cimiteri: tre arrestati

Il conducente, un romeno, senza fissa dimora, disoccupato e con precedenti, non ha obbedito all’alt ed è scaturito un breve inseguimento al temine del quale è stato fermato e ha anche reagito ai carabinieri che l’hanno immobilizzato. La loro specializzazione: furti nei cimiteri, con razzie nelle province di Milano e Monza. Altre due sculture di bronzo e di un quintale di cavi di rame sono stati trovati in casa sua.
La Stampa
02/05
5 Punti

Genova, le accuse del «corvo» dei carabinieri: “Bagni d’oro nelle case degli ufficiali”

Un colonnello, Francesco Laurenti, attuale Capo di stato maggiore a Genova e già in servizio negli anni scorsi, avrebbe «fatto installare la caldaia a metano a uso esclusivo del proprio alloggio di servizio, non in casa sua, ma nei locali comuni del Comando, allacciandola alla rete del metano che serve l’intera struttura per far così addebitare alla collettività i consumi personali». .
La Stampa
01/05
6 Punti

Treviso, feto morto trovato dentro un cassonetto

Un feto di circa quattro-cinque mesi è stato trovato in un cassonetto delle immondizie del cimitero di Tempio di Ormelle, in provincia di Treviso. L’uomo ha notato nel cassonetto uno zaino-borsa e, nel tirarlo fuori, ha sentito che era pesante e ha notato sul tessuto una estesa macchia di sangue. Il parroco don Corrado, impietosito, ha voluto dare il nome della sua chiesa, Giovanni, al feto che poi è stato portato via dai militari e affidato al medico legale.
La Stampa
01/05
11 Punti
1

Così al telefono il piccolo prima di essere malmenato a sua volta dal genitore che tentava di strozzare la donna e poi si era avventato prendendoli calci e pugni

Sono subito intervenuti i Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese riuscendo a mettere in salvo la donna e il bambino. La vittima è una donna di 32enne, anche lei di origini egiziane ma nata a Roma. La donna e il bimbo sono stati trasportati all'ospedale "Fatebenefratelli" e medicati per contusioni ed ecchimosi vari. La donna ha confessato ai militari di subire da più di un anno violenze da parte del marito senza averlo mai denunciato per timore di ritorsioni.
Il Giornale
30/04
6 Punti

“Papà sta ammazzando la mamma”, bambino di 6 anni chiama il 112 e lo fa arrestare

Il bimbo ha dato l’allarme, ma il padre lo ha scoperto e prima che arrivassero i carabinieri ha picchiato anche lui. I carabinieri della stazione Roma Porta Portese, immediatamente accorsi sul posto, sono poi riusciti a mettere in salvo la donna e il bambino. La vittima, una donna 32enne, anche lei di origini egiziane ma nata a Roma. Questa la disperata richiesta d’aiuto di un bimbo di 6 anni che ieri sera ha chiamato il 112 per fermare il padre violento.
La Stampa
30/04
3 Punti

Arts I caschi blu italiani della cultura pronti per Palmira

  Da tre giorni sono in una caserma dei carabinieri a Trastevere, a Roma, per seguire l’ultimo corso. Per l’Italia però questo è solo l’inizio, assicura Antonia Pasqua Recchia, segretario generale del Mibact.    I primi magnifici 31 sono stati selezionati tra i principali esperti tecnico-scientifici degli istituti centrali del ministero dei Beni Culturali e i migliori elementi dei carabinieri che si occupano di Tutela del Patrimonio.
La Stampa
29/04
23 Punti
1

La Sciarelli risponde ad un tweet di Salvini che aveva accusato "Chi l'ha visto" di aver realizzato un servizio contro i carabinieri pagato dal servizio pubblico

Il Giornale
28/04
3 Punti

Milano, marocchino fermato per droga muore in ospedale

Un cittadino marocchino e' morto in ospedale dopo essere stato fermato dai carabinieri in viale Farmagosta, a Milano. Nel frattempo, chiamati da alcuni cittadini che hanno assistito alla scena, sono intervenuti i carabinieri del comando Magenta, i quali hanno fermato il giovane e chiamato un'ambulanza dopo aver notato che manifestava gravi difficolta' respiratorie. Nell'auto i poliziotti hanno trovato un panetto di cocaina ma, durante il controllo i due sono riusciti a scappare.
Affaritaliani
28/04
5 Punti

Bambina di tre anni trovata morta, giallo nel Pisano

È ascoltato in caserma dai carabinieri il convivente della mamma della bimba di tre anni trovata morta questa sera a Calambrone, sul litorale pisano, in una casa dove viveva la coppia.   L’attenzione dei carabinieri e del medico legale è stata attratti da alcuni segni sul corpo della bambina. I militari hanno sequestrato nell’abitazione alcuni oggetti ed hanno avvisato il padre della bambina che vive in Liguria.
La Stampa
28/04
8 Punti

Preso a sprangate per un posto letto in strada. Clochard in fin di vita

Sul posto sono interenuti i carabinieri della compagnia Casilino, allertati da altri clochard. Un senza fissa dimora è stato aggredito e ridotto in fin di vita, intorno alle 23.30, in via Amelia, all'altezza del civico 52. L'uomo è stato colpito con un palo di ferro al corpo e alla testa e, una volta soccorso, è stato trasportato all'ospedale San Giovanni, dove è stato operato e si trova tutt'ora in gravi condizioni.
Affaritaliani
27/04
1 Punti
1

L'uomo, un 34 enne di origini sarde, è stato arrestato e accusato di violenza a pubblico ufficiale

Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, scrive Verona Sera, l'uomo si è dileguaro. Prima ha picchiato la sua ragazza, poi - evidentemente ubriaco - si è spogliato nudo in strada e ha aggredito i carabinieri. Dopo un attimo, completamente nudo, ha aggredito i carabinieri, che hanno dovuto faticare non poco per bloccarlo. Quando però è stato raggiunto dai carabinieri, si è tolto tutti i vestiti forse per dimostrare alle forze dell'ordine di essere disarmato.Ma non si è fermato qui.
Il Giornale
27/04
1 Punti
Annuncio
Annuncio
Annuncio